Chiamaci

+39 3394756127

Sempre Reperibile

Orari Apertura

Lun-Ven 09:00 - 19:30

Prenota Ora

o richiedi Info

Chiamaci

+39 3394756127

Orari Apertura

Lun-Ven 09:00 - 19:30

Prenota Ora

o richiedi Info

Implantologia

L’implantologia dentale è una branca dell’odontoiatria che si occupa di quell’insieme di tecniche chirurgiche che, utilizzando gli impianti, permettono di riabilitare funzionalmente un paziente affetto da perdita parziale o totale di elementi dentali.

Prima di poter decidere se un paziente possa essere sottoposto ad un trattamento implantare, è necessario effettuare un’approfondita visita odontoiatrica ed un’anamnesi specifica. In un secondo tempo ci si avvale sempre di esami radiografici per escludere la presenza di controindicazioni al trattamento implantare; ad ogni modo i pazienti che possono essere trattati con questo protocollo sono molti.

Gli impianti sono quasi tutti realizzati in titanio, essendo questo un materiale biocompatibile che non induce reazioni da parte dell’organismo, e vengono inseriti chirurgicamente nell’osso mandibolare o mascellare. Grazie alla biocompatibilità del titanio, l’impianto dentale si integra perfettamente con l’osso (processo di osteo-intergrazione) e diventa un buon punto di ancoraggio per il dente sostitutivo (corona).

Semeghini Odontoiatra - Impiantologia Dentale
Mancanza di un singolo dente: soluzioni

Ci sono tre possibilità per rimpiazzare un dente singolo:

  1. Una protesi dentale parziale rimovibile
  2. Un ponte dentale sui due denti contigui limati
  3. L’impianto dentale che fornisce il supporto per una corona fissa in ceramica

Le prime due soluzioni un tempo erano quelle più utilizzate adesso, invece, sono state soppiantate nella quasi
totalità dei casi dall’implantologia.

Mancanza di diversi denti: soluzione

Una soluzione efficace all’assenza di diversi denti consiste nel posizionamento di alcuni impianti dentali in punti strategici in modo tale che diventino i pilastri necessari alla realizzazione di un ponte dentale fisso. Tale metodica permette di ridurre notevolmente i costi in quanto limita il numero degli impianti dentali da inserire.

Ho sentito parlare di Impianto post estrattivo e carico immediato: cosa sono?

In alcuni casi soprattutto nelle zone ad alta valenza estetica è possibile inserire l’impianto dentale nella stessa giornata in cui viene tolto il dente naturale (impianto post – estrattivo) e applicata immediatamente la protesi dentaria provvisoria (impianto dentale a carico immediato). In questo modo il paziente non avrà alcun problema estetico anche nella fase transitoria (2-3 mesi) necessaria per l’osteointegrazione dell’impianto dentale. La protesi dentaria fissa definitiva viene applicata mediamente tre mesi dopo l’inserimento dell’impianto dentale.

Fino a che età si può affrontare un intervento di Implantologia Dentale?

Non esistono limiti di età per selezionare un paziente che decida di mettere degli impianti dentali. Studi clinici hanno dimostrato che non ci sono differenze per quanto riguarda il processo di osteointegrazione ed il successo degli impianti dentali tra pazienti anziani e pazienti giovani. Ai pazienti giovani sotto i 18-20 anni, essendo ancora in fase di crescita ossea, si sconsiglia l’inserimento di impianti dentali.

Quanto dura un intervento di implantologia dentale?

Generalmente per l’inserimento di un singolo impianto dentale il tempo richiesto è di 20/30 min. Nelle zone della bocca più problematiche (esempio quelle molari) il tempo richiesto può aumentare. L’intervento può protrarsi a seconda anche della complessità del quadro clinico (per la presenza, ad esempio, di un canino incluso).

Il trattamento di implantologia dentale è doloroso?

No. Al momento dell’inserimento dell’impianto dentale, il paziente viene anestetizzato per ridurre ogni possibilità di disagio.

Si opera in anestesia locale, utilizzando anestetici appositamente sviluppati per la chirurgia orale. Tali anestetici sono molto efficaci e il paziente non avverte alcun dolore. Per i pazienti più ansiosi somministriamo preventivamente dei normali ansiolitici.
Terminata la fase di chirurgia orale verranno prescritti tutti i farmaci necessari a ridurre gli eventuali disagi e in grado di controllare efficacemente l’eventuale insorgenza del dolore post- operatorio.

Nel caso non ci sia sufficiente osso cosa devo fare?

L’osso può essere ricostruito mediante tecniche rigenerative, ma la novità degli ultimi anni è quella offerta dalla
moderna implantologia computer assistita.

Dopo quanto tempo dall’intervento mi sarà consegnata la protesi dentaria?

L’inserimento della protesi dentaria provvisoria potrà avvenire dopo qualche mese (carico ritardato) o immediatamente (a carico immediato).

Il carico ritardato si articola in due fasi:

  • fase 1 – gli impianti dentali in titanio vengono inseriti nell’osso; all’estremità dell’impianto dentale è applicata una vite di guarigione che affiora alla superficie della gengiva e chiude la parte cava dell’impianto dentale. Segue un tempo di attesa variabile, che può andare dai 2 ai 3 mesi per permettere all’impianto dentale di osteointegrarsi.
  • fase 2 – Al termine del periodo di osteointegrazione si toglie la vite di guarigione e si avvita il pilastro sul quale si cementa dapprima la corona protesica provvisoria e poi quella definitiva.

L’intervento di implantologia dentale a “carico immediato” consiste nella contemporanea inserzione degli impianti dentali e della corona protesica provvisoria. In questo modo durante il periodo di guarigione non avrete problemi estetici. Questa tecnica viene utilizzata soprattutto nelle zone ad alta valenza estetica. Dopo 2-3 mesi sarà applicata la protesi dentaria definitiva. Sugli impianti caricati con la protesi fissa provvisoria, per questi 2-3 mesi, non si può masticare. Tale limitazione temporanea serve a favorire l’osteointegrazione.